Il terrorismo nel suo impatto socioculturale

cima99

Emerald Guardian
Utente
Iscritto dal:
3 Aprile 2018
Messaggi
138
Mi Piace
0
Punteggio
16
#1
Buongiorno a tutti,
desidero aprire un topic che abbia come tela di fondo un fenomeno ahimé recente e che verosimilmente sarà presente ancora negli anni a venire, ovverosia il terrorismo. In particolar modo però, vorrei analizzare con voi, sia da un punto di vista personale che sociale, questo fenomeno: quanto incide questa realtà nella vostra quotidianità? Ha cambiato il vostro modo di approcciarvi con gli altri o con la vostra realtà urbana locale? Quali sono i risvolti pratici e le conseguenze a livello socioculturale di questa fenomenologia per le società (sia occidentali che orientali)? Credete che questo fenomeno possa portare ad un perdurante divario tra le diverse società, e primariamente tra quelle occidentali e quelle islamiche?
Lo scopo di questo topic non è quello di aggiornarlo come un network di notizie, ma proprio di parlare di questo fenomeno e della sua incidenza in modo più profondo e articolato. A voi
 

Entryhazard

W̸͈̦̤̥̯̤͐ͭͩ͋̽̽͌O̢̥̝̬ͅO̢͓̘̹̗ͪͨͅM̩̫̜̠̪ͯ̊̅ͅͅY̯̩͓̩̘͎̽͌
Staff Forum
Moderatore
Iscritto dal:
31 Marzo 2018
Messaggi
467
Mi Piace
13
Punteggio
18
#2
Metto subito in chiaro che questo thread sarà sotto attenta osservazione. L'argomento del thread è ben chiaro e quindi non voglio deragliamenti altrimenti partono le bastonate
 

Stylzkin

New Member
Utente
Iscritto dal:
4 Aprile 2018
Messaggi
20
Mi Piace
0
Punteggio
1
#4
Nel mio piccolo, cerco di vivere come se non esistesse. Credo che l'obiettivo principale di un terrorista sia, appunto, quello di creare terrore. Cercare di influenzare le tue scelte attraverso la paura. Se dovessi pensare di privarmi di qualcosa per la paura di subire un attacco, beh a quel punto avrebbero vinto loro.

Tutto con le dovute proporzioni, nel senso, andare a sventolare bibbie e crocifissi a Raqqa non mi sembra il caso :LOL:

Per quanto riguarda l'ambiente che mi circonda, devo ammettere che un poco si percepisce un cambiamento. Frequentando il centro di Firenze, chiaramente gremito di turisti, si riesce a notare tutte le varie "fioriere" anti-sfondamento e la presenza costante di militari e/o forze dell'ordine. C'è a chi questo tipo di presenza rassicura, a me personalmente fa un po' di tristezza vedere gente armata per strada. Ma se serve per la sicurezza che sia essa mentale e/o fisica delle persone, ben vengano.


EDIT: Dimenticavo di aggiungere che, a mio avviso, la migliore arma per distruggere questo tipo di terrorismo sia sempre e comunque un atteggiamento pacifico e di tolleranza. L'odio porta solo altro odio, in una spirale infinita di violenza e rabbia che prima o poi non saremo più in grado di gestire.
 

cima99

Emerald Guardian
Utente
Iscritto dal:
3 Aprile 2018
Messaggi
138
Mi Piace
0
Punteggio
16
#5
Nel mio piccolo, cerco di vivere come se non esistesse. Credo che l'obiettivo principale di un terrorista sia, appunto, quello di creare terrore. Cercare di influenzare le tue scelte attraverso la paura. Se dovessi pensare di privarmi di qualcosa per la paura di subire un attacco, beh a quel punto avrebbero vinto loro.

Tutto con le dovute proporzioni, nel senso, andare a sventolare bibbie e crocifissi a Raqqa non mi sembra il caso :LOL:

Per quanto riguarda l'ambiente che mi circonda, devo ammettere che un poco si percepisce un cambiamento. Frequentando il centro di Firenze, chiaramente gremito di turisti, si riesce a notare tutte le varie "fioriere" anti-sfondamento e la presenza costante di militari e/o forze dell'ordine. C'è a chi questo tipo di presenza rassicura, a me personalmente fa un po' di tristezza vedere gente armata per strada. Ma se serve per la sicurezza che sia essa mentale e/o fisica delle persone, ben vengano.


EDIT: Dimenticavo di aggiungere che, a mio avviso, la migliore arma per distruggere questo tipo di terrorismo sia sempre e comunque un atteggiamento pacifico e di tolleranza. L'odio porta solo altro odio, in una spirale infinita di violenza e rabbia che prima o poi non saremo più in grado di gestire.
Sono del tutto d'accordo con te
 

CuckBoy

PermaBannato
PermaBannato
Iscritto dal:
14 Aprile 2018
Messaggi
10
Mi Piace
0
Punteggio
1
#6
Nel mio piccolo, cerco di vivere come se non esistesse. Credo che l'obiettivo principale di un terrorista sia, appunto, quello di creare terrore. Cercare di influenzare le tue scelte attraverso la paura. Se dovessi pensare di privarmi di qualcosa per la paura di subire un attacco, beh a quel punto avrebbero vinto loro.

Tutto con le dovute proporzioni, nel senso, andare a sventolare bibbie e crocifissi a Raqqa non mi sembra il caso :LOL:

Per quanto riguarda l'ambiente che mi circonda, devo ammettere che un poco si percepisce un cambiamento. Frequentando il centro di Firenze, chiaramente gremito di turisti, si riesce a notare tutte le varie "fioriere" anti-sfondamento e la presenza costante di militari e/o forze dell'ordine. C'è a chi questo tipo di presenza rassicura, a me personalmente fa un po' di tristezza vedere gente armata per strada. Ma se serve per la sicurezza che sia essa mentale e/o fisica delle persone, ben vengano.


EDIT: Dimenticavo di aggiungere che, a mio avviso, la migliore arma per distruggere questo tipo di terrorismo sia sempre e comunque un atteggiamento pacifico e di tolleranza. L'odio porta solo altro odio, in una spirale infinita di violenza e rabbia che prima o poi non saremo più in grado di gestire.
Anche se Marx avrebbe in parte dissentito, sono, popperianamente parlando, quasi d'accordo con il tuo punto di vista.
 
Top